Scuola dell’ infanzia

I COLORI PRIMARI E LA MAGIA DEI SECONDARI.
PICCOLO BLU PICCOLO GIALLO

DURATA DEL LABORATORIO: BREVE (1 incontro in aula).
DURATA SINGOLO INCONTRO: 2 ore circa.
OBIETTIVI DEL CORSO
In questo corso proponiamo ai bambini il piacere della lettura e dell’ascolto, la familiarizzare con l’oggetto libro come
strumento magico e ricco di sorprese. Obiettivi del corso sono: insegnare ai bambini le caratteristiche dei colori primari e
secondari presentare; la diversità di ciascuno nell’uguaglianza.

 

 

 

 

 

 

 

 

ALLA LUCE O AL BUIO. COSA VEDO ?

DURATA DEL LABORATORIO: BREVE (1 incontro in aula).
DURATA SINGOLO INCONTRO: 2 ore circa.

OBIETTIVI DEL CORSO
In questo corso ci dedichiamo allo studio della luce e del colore, e
giochiamo con alcuni fenomeni percettivi. Cosa serve per vedere ? Siamo
sicuri che bastino solo gli occhi ? Quando siamo al buio ad esempio cosa
vediamo ? Impariamo ad osservare come si formano le ombre, a
distinguere tra sorgenti di luce naturale e artificiale, a scoprire comʼè
formata la luce, come si propaga, cosa fa quando incontra un corpo, se
cambia o viene assorbita.

 

 

 

 

IMPRONTE A SCUOLA.

DURATA DEL LABORATORIO: BREVE (1 incontro in aula).
DURATA SINGOLO INCONTRO: 2 ore circa.
OBIETTIVI DEL CORSO
Sin dallʼepoca degli uomini primitivi si sono lasciate tracce: sulla sabbia, sulla neve, sul fango e sulla pietra. E prima degli
uomini chi? Anche gli animali, le piante, la natura in generale. Noi esseri umani, così come gli animali, siamo stati capaci di
leggere le tracce e di interpretarle a nostro favore e, per primi, gli abbiamo dato un significato magico. Lasciare traccia di
sé è stata una necessità per marcare i l territori o, lasciare testimonianza della propria esistenza, per mettere paura o per
ingannare, ma anche per riti propiziatori.

 

video tracce di sè

 

 
 

 

Il MIO LIBRO NON HA PAROLE.

DURATA DEL LABORATORIO: BREVE (1 incontro in aula).
DURATA SINGOLO INCONTRO: 2 ore circa.

OBIETTIVI DEL CORSO
“Cosʼè un libro? Un libro è insieme di pagine che narrano una storia, aprono finestre sul nostro
modo di conoscere il mondo ed il pensiero. I libri hanno argomenti diversissimi gli uni dagli altri,
raccolgono e comunicano tutto il sapere universale. Alcuni ci fanno imparare, altri immaginare o
sognare! Ma il libro è soprattutto un oggetto con il quale è necessario prendere confidenza sin da
piccoli. Comʼè fatto un libro? I libri sono tutti uguali? Che forme e contenuti possono avere? Ci
sono dei libri silenziosi e senza le parole? E come fanno a raccontarci delle storie ? Cosa sarà un
libro illeggibile? Un libro illeggibile non ha parole da leggere, ma ha una storia visiva che si può
capire attraverso la lettura dei materiali, delle forme e dei colori con cui è realizzato. Partendo
dalla lettura del libro “Filo” di Fabio De Poli e Andrea Rauch si sviluppa un laboratorio sulla
creazione di un libro illeggibile. Si gioca su un doppio livello: dallʼastrazione delle forme alla
creazione di un racconto di senso compiuto.
DESCRIZIONE LABORATORIO

 

 

 

 

SALUTI E BACI !

Omaggio a Bruno Munari.
DURATA DEL LABORATORIO: BREVE (1 incontro in aula).
DURATA SINGOLO INCONTRO: 2 ore circa.
OBIETTIVI DEL CORSO
Lʼobiettivo del corso è rendere omaggio allʼartista Bruno Munari: il metodo di
lavoro, ispirato alla sua opera, stimola la creatività attraverso la manipolazione
di oggetti e immagini del quotidiano per la creazione di nuovi oggetti fantastici, in cui fantasia e immaginazione sono il filo
conduttore.

 

    

 

 

 

 

 

NATURALMENTE ASTRATTO

DURATA DEL LABORATORIO: BREVE (1 incontro in aula).
DURATA SINGOLO INCONTRO: 2 ore circa.

“Naturalmente astratto”
I bambini costruiranno i loro pennelli con piante, erbe aromatiche e materiali naturali, sperimenteranno su una grande tela i segni                                                                                                                lasciati dai loro strumenti realizzando un’ opera collettiva “naturalmente astratta”. Ogni bambino potrà portare a casa un frammento del capolavoro.

 

    

 

 

 

 

 

 

 

Ti Tocco, COSA SEI ? … LA MATERIA

DURATA DEL LABORATORIO: BREVE (1 incontro in aula).
DURATA SINGOLO INCONTRO: 2 ore circa.

OBIETTIVI DEL CORSO
Obiettivo del corso è quello di avvicinare il bambino all’esperienza tattile e al
suo collegamento con l’arte visiva. Decisamente poco considerato nel nostro
sistema sociale, il tattilismo è invece molto importante per lʼeducazione,
poiché fin dalla prima infanzia siamo portati a “toccare” ciò che ci circonda
per conoscerlo, utilizzando simultaneamente tutti i nostri SENSI.

 

 

 

 

 

IO SONO DIVERSO DA TE. TE SEI UGUALE A ME.

DURATA DEL LABORATORIO: BREVE (1 incontro in aula).
DURATA SINGOLO INCONTRO: 2 ore circa.
OBIETTIVI DEL CORSO
Il corso intende affrontare con i bambini la tematica della diversità sotto molteplici punti di vista. Troppo spesso la
diversità è percepita e vissuta come un elemento negativo. Aiutandoci con storie di libri illustrati, capiremo quanto la
diversità tra gli uomini della terra sia preziosa. Solo guardando la propria immagine riflessa ognuno ha la chiara visione del
suo aspetto, ma è negli occhi degli altri che solitamente ci si rispecchia e riconosci.

 

 

 

 

 

 

RICICLI-AMO AD ARTE.

DURATA DEL LABORATORIO: BREVE (1 incontro in aula).
DURATA SINGOLO INCONTRO: 2 ore circa.
OBIETTIVI DEL CORSO
Il corso intende avvicinare i bambini ai temi dellʼeducazione ambientale
e della creatività. Il ciclo naturale che regola la vita di tutti gli esseri
viventi non prevede il concetto di rifiuto: ciò che viene scartato da
alcuni organismi rappresenta infatti una risorsa per gli altri. Il rifiuto è
un oggetto di cui decidiamo di disfarci: perché non più funzionante,
perché non rispecchia più i nostri gusti o perché fuori moda. Eʼ quindi
un prodotto “abbandonato”, che possiamo adottare e a cui dare,
attraverso un gesto creativo, una nuova vita. Gli obiettivi del laboratorio sono stimolare la fantasia e la creatività,
promuovere lʼutilizzo creativo dei rifiuti, far apprezzare la bellezza e versatilità dei materiali anche di scarto.
DESCRIZIONE LABORATORIO

 

 

 

 

 

 

 

SALVIAMO LʼACQUEDOTTO ! ARRIVANO I ROMANI

DURATA DEL LABORATORIO: BREVE (1 incontro uscita acquedotto romano)
DURATA SINGOLO INCONTRO: 3 ore circa.

OBIETTIVI DEL CORSO
L’ anti co acquedotto rappresenta una vi va testi moni anza
dell’insediamento romano nel territorio genovese, è esempio di
architettura civile romana e offre l’opportunità di praticare una
sorprendente gita in città. Obiettivi del laboratorio sono di
indagare le tecniche di costruzione delle opere pubbliche del
periodo romano, di far riflettere i bambini sulla costruzione delle
vie di comunicazione come elemento che ha contribuito
allʼespansione dell’Impero romano nel mondo, di conoscenza del
proprio territorio, di salvaguardia dei beni ambientali e culturali,
di acquisizione del concetto di acqua come bene collettivo
dellʼumanità da usare con rispetto e coscienza.

 

 

,

 

 

 

OMAGGIO A BRUNO MUNARI

CLASSI PRIME-SECONDE
DURATA DEL LABORATORIO: MEDIA (3 incontri in aula).
DURATA SINGOLO INCONTRO: 2 ore circa.
OBIETTIVI DEL CORSO
Bruno Munari è stato uno dei massimi protagonisti dell’arte, del design e della grafica
del XX secolo, dando contributi fondamentali in diversi campi dell’espressione visiva
(pittura, scultura, cinematografia, disegno industriale, grafica) e non visiva (scrittura,
poesia, didattica) con una ricerca poliedrica sul tema del movimento, della luce e dello
sviluppo della creatività e della fantasia nellʼinfanzia, attraverso il gioco. Il corso è un
omaggio allʼopera del “grande Maestro” e il suo obiettivo è quello di creare momenti
preziosi di gioco, di sperimentazione, di scoperta, di conoscenza e di divertimento
attraverso lʼuso delle costruzioni.

 

 

 

 

 

CREIAMO UN LIBRO! NOI, PICCOLO BLU E PICCOLO
GIALLO

DURATA DEL LABORATORIO: MEDIA (3 incontri in aula).
DURATA SINGOLO INCONTRO: 2 ore circa.
OBIETTIVI DEL CORSO
Il libro di Leo Lionni parla di colori, ma anche di amicizia, di affetto, di gioco, di casa, di famiglia e tanto, tanto altro. Si
indagheranno i colori primari e i secondari come percezione visiva e tattile.

 

 

 

 

 

Il FROTTAGE , OGGI GIOCHIAMO SFREGANDO

DURATA DEL LABORATORIO: MEDIA (2 incontro in aula).
DURATA SINGOLO INCONTRO: 2 ore circa.
OBIETTIVI DEL CORSO
Ogni materiale sia naturale che artificiale ha una propria superficie. Esistono superfici ruvide
o lisce, porose, completamente uniformi o variegate, ognuna caratterizzata da uno specifico
aspetto visivo, spesso accompagnata da una corrispondente sensazione tattile. Queste
caratteristiche (visive e tattili) prendono il nome di texture. Nellʼarte i diversi usi di texture
possono comunicare sensazioni ed emozioni diverse. Il corso parte con lʼanalisi di superfici e
di oggetti diversi di uso comune, permettendo ai bambini di sviluppare lʼattenzione
allʼosservazione dei materiali che li circondano a scuola, a casa, ecc. esaltando le loro
capacità tattili di fondamentale importanza nei bambini dai 3 ai 5 anni.

                     

 

 

 

 

 

 

 

LO SPAZIO E IL SEGNO

DURATA DEL LABORATORIO: MEDIA (3 incontri in aula).
DURATA SINGOLO INCONTRO: 2 ore circa.
OBIETTIVI DEL CORSO
I segni sono gli elementi di base di un disegno, di un dipinto, di una scultura o di unʼopera architettonica. Ad esempio in un
disegno, i segni sono i tratti di matita o del medium che è stato utilizzato (segno grafico) in un dipinto le singole pennellate
(segno pittorico) in una scultura le tracce dello strumento utilizzato per dare la forma al materiale (segno plastico) in
architettura segni complessi (segni architettonici). Obiettivi del corso sono apprendere attraverso il “fare” i segni differenti
e sviluppare la capacità di rappresentazione emotiva e individuale.

 

 

 

 

 

 

 

ALLORA…MUOVI !!!

DURATA DEL LABORATORIO: MEDIA (2 incontri in aula).
DURATA SINGOLO INCONTRO: 2 ore circa.

OBIETTIVI DEL CORSO
Tutto si muove e tutti ci muoviamo. Senza il movimento non ci sarebbe la vita. Ma come si
rappresenta il movimento ? Ad esempio come i futuristi che utilizzarono in modo originale
le immagini, le parole e i suoni. Oppure come fece Alexander Calder rappresentante
dellʼarte cinetica che con i suoi “Mobile” rappresentò il movimento. Obiettivo del laboratorio
è di fornire ai bambini gli elementi per comprendere le caratteristiche del movimento in
contrapposizione alla staticità. Attraverso la conoscenza dei “movimenti”, che esistono in
natura e la consapevolezza dei movimenti che il proprio corpo compie, i bambini arriveranno a rappresentarli
graficamente.

 

 

   

 

Io PORTO i Jeans

DURATA DEL LABORATORIO: MEDIA (1 incontro in aula e 1 incontro visita al PSA-Voltri-Pra Voltri Terminal Europa S.p.A |
Bacino Portuale di Prà ).
DURATA SINGOLO INCONTRO: 2 ore circa.

OBIETTIVI DEL CORSO
Lo spazio è il luogo che ci contiene (la classe, la strada, la casa); è un’entità astratta (non lo
possiamo toccare) che ci sta sopra, sotto, davanti, dietro, intorno. Noi viviamo lo spazio, ci
muoviamo in esso, e ci rapportiamo a esso. Come percepiamo lo spazio? come è lo spazio
del porto ? In quale spazio si muovono le navi ? E come si spostano i materiali ? Alla
scoperta del Porto PSA-Voltri-Pra i bambini scopriranno il il “Macro spazio”. La visita al
porto di Voltri sarà unʼoccasione per conoscere e vedere da vicino la grandezza delle navi
merci, delle gru e degli spazi.

 

 

QUESTO SONO IO

Laboratorio espressivo sullʼautoritratto
DURATA DEL LABORATORIO: MEDIA(3 incontri in aula, o 1 incontro se scelti singolarmente).
DURATA SINGOLO INCONTRO: 2 ore circa.
OBIETTIVI DEL CORSO
Autoritratto come mezzo per dialogare con la propria identità. Prendere coscienza del sè, attraverso lʼosservazione allo
specchio e il raccontarsi al gruppo; arrivare allʼauto-rappresentazione , in cui si trovi un equilibrio tra il guardarsi e lʼessere
visti; acquisire una nuova consapevolezza di sè, attraverso lʼautoironia e il gioco; potenziare le competenze espressive,
creative e comunicative.

1 modulo ogni bambino realizza il suo autoritratto in seguito con lo specchio davanti realizza un’ altro disegno di se stesso,
guardando la sua immagine allo specchio e contemporaneamente disegnandola.
Sicuramente si accorgerà di alcune  caratteristiche  che nel primo disegno essendo realizzato di getto e a memoria non poteva vedere,                                                                                              come ad esempio labbra sottili, naso largo, viso rotondo, sicuramente sarà un disegno diverso rispetto al primo.

2 modulo Attraverso la realizzazione della propria sagoma su un grande foglio di carta, i bambini entreranno in contatto con la loro                                                                                                   immagine riflessa e con lo spazio. Osservando dall’alto vedranno una linea che separa due vuoti, quello che sta dentro e quello                                                                                                                  che sta al di fuori del confine disegnato.
È un laboratorio che lavora sulla consapevolezza del sé.                                                                                                                                                                                                                               
Ogni bambino può riappropriarsi della propria immagine vuota e successivamente la potrà riempire pittoricamente, graficamente                                                                                                                o con l’utilizzo di parole, dando vita a un’opera d’arte a grandezza naturale..

3 modulo realizzeremo in classe le fotografie in primo piano, profilo e tre quarti di ogni bambino, le stamperemo in classe                                                                                                                              e verranno date ai bambini che dovranno ritagliare i loro occhi i loro nasi la loro bocca, e incollarli come meglio vorranno  su un cartoncino rigido,                                                                                realizzando un loro nuovo in nuovo autoritratto, alla maniera di Picasso. Realizzeranno una vera opera d’ arte.

 

 

 

 

 

 

 

MI PRESENTO: SONO IL COLORE !

DURATA DEL LABORATORIO: LUNGA (4 incontri in aula).
DURATA SINGOLO INCONTRO: 2 ore circa.
OBIETTIVI DEL CORSO
Affinare la conoscenza dei colori e delle forme attraverso lʼarte favorendo così lʼincontro dei bambini con gli artisti
moderni e contemporanei. Riprodurre in modo personale le opere dʼarte proposte e sperimentare tecniche e modalità
pittoriche di vario tipo. Arrivare ad effettuare scelte pittoriche idonee al progetto da rappresentare, osservare e
raccontare unʼopera dʼarte rafforzando così la fiducia nelle proprie capacità espressive. Sviluppare una piena creatività.

 

 

 

 

IL CIBO E LʼARTE

DURATA DEL LABORATORIO: LUNGA (4 incontri in aula)
DURATA SINGOLO INCONTRO: 2 ore circa
OBIETTIVI DEL CORSO
Il cibo nellʼarte è sempre stato rappresentato ed è divenuto addirittura un
genere pittorico: la natura morta. Nellʼarte contemporanea, nei suoi aspetti più particolari e simbolici, viene utilizzato dagli
artisti sia come materiale che come linguaggio artistico. I bambini sono condotti alla scoperta delle proprietà fondamentali
dei cibi e della piramide alimentare. Il cibo è pretesto per creare unʼopera dʼarte.

 

 

 

RINTRACCIAMO

DURATA DEL LABORATORIO: LUNGA (3 incontri in aula – 1 incontro cortile o spazio aperto)
DURATA SINGOLO INCONTRO: 2 ore circa.
OBIETTIVI DEL CORSO
Da quando, dove e come gli uomini hanno lasciato traccia di sé? Prima di tutto con le impronte! Lʼuomo si dai tempi più
antichi ha avuto la necessità di lasciare traccia della sua esistenza, è un impulso primordiale un desiderio profondo e
spesso “sconosciuto” che i bambini hanno per ricercare il limite esistente tra sé e il mondo. Questo corso permetterà loro
di non trattenere a sé il mondo esterno ma di farlo uscire e farlo conoscere agli altri, lasciando la propria traccia.

                                                                      

 

“A” COME ACQUA, “T” COME TERRA

DURATA DEL LABORATORIO: LUNGA (4 incontri in aula)
DURATA SINGOLO INCONTRO: 2 ore circa.
OBIETTIVI DEL CORSO
Acqu e terra sono due elementi naturali rappresentati spesso in maniera
convenzionalmente contrapposti. Gli obiettivi di questo corso sono di far conoscere
a bambini e ragazzi gli elementi acqua e terra attraverso una riflessione scientifica degli elementi, il suo utilizzo da parte
dellʼuomo, la loro grande utilità come beni che costituiscono lʼambiente da salvaguardare. Attraverso le tecniche artistiche
e la visione di alcune opere di artisti contemporanei i bambini sono condotti nel mondo terracqueo del pianeta Terra.

 

 

 

FOGLIE E ALBERI, BOSCHI E GIARDINI

DURATA DEL LABORATORIO: LUNGA (3 incontri in aula – 1 incontro cortile o spazio aperto)
DURATA SINGOLO INCONTRO: 2 ore circa.
OBIETTIVI DEL CORSO
Dal micro al macro cosmo naturale. Obiettivo del corso è di analizzare alcuni elementi naturali e conoscerne le
caratteristiche scientifiche per imparare a salvaguardare lʼambiente in cui viviamo. Lʼuomo è lʼunica specie animale che sa
adattarsi a qualsiasi ambiente, sa trasformare le “cose“ in utensili , lʼambiente “naturale” in ambiente “artificiale”.

 

 

TUTTO INSIEME

DURATA DEL LABORATORIO: LUNGA (5 incontri in aula)
DURATA SINGOLO INCONTRO: 2 ore circa.
DESCRIZIONE LABORATORIO
PRIMO INCONTRO – Essere colore.
Qualche informazione sul colore, la teoria dei colori, il prisma, etc. Immersione nel colore mediante proiezione di
diapositive. Cosa si prova ad immergersi nel rosso? E nel blu? Come ti senti e di che colore sei oggi? Scegli un pezzo di
carta colorata tra quelle proposte di tonalità diverse, che meglio rappresenti il tuo stato dʼanimo. Attacca la tua foto in B/
N sul foglio A3 e colorati della tonalità scelta.

 

 

 

ACCOMPAGNATI DA MUNARI

DURATA DEL LABORATORIO: LUNGA (6 incontri in aula)
DURATA SINGOLO INCONTRO: 2 ore circa.
OBIETTIVI E METODOLOGIA
Lʼobiettivo del progetto è rendere omaggio allʼartista Bruno Munari
(1907-1997) con la realizzazione di laboratori creativi di arti visive. Bruno
Munari è stato uno dei massimi protagonisti dell’arte, del design e della
grafica del XX secolo, dando contributi fondamentali in diversi campi dell’espressione visiva (pittura, scultura,
cinematografia, disegno industriale, grafica) e non visiva (scrittura, poesia, didattica) con una ricerca poliedrica sul tema
del movimento, della luce e dello sviluppo della creatività e della fantasia nellʼinfanzia, attraverso il gioco. Il metodo di
lavoro, ispirato allʼopera di Munari, stimola la creatività infantile attraverso la manipolazione di oggetti ed immagini del
quotidiano per la creazione di nuovi oggetti fantastici. Si parte dallʼidea di un viaggio immaginario per costruire una valigia
che contenga oggetti personali, appunti, ricordi, etc. In ogni incontro si costruiranno oggetti diversi assemblando materiali
di vario genere: carte, stoffe, plastiche, materiali naturali e riciclati, etc. Il filo conduttore di ogni incontro sarà sempre
unʼopera di Munari. Alla fine degli incontri è prevista una mostra degli elaborati prodotti e commentati dai bambini.
PRIMO INCONTRO In viaggio con Munari – SECONDO INCONTRO Un libro in valigia – TERZO INCONTRO Una scultura